Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Intervista ad Alessio Nicoletti ideatore della "Dichiarazione del 2 Giugno".

25 Luglio 2012


  
 Alessio Nicoletti, leader di Movimento Libero e Consigliere Comunale di Varese, è stato l'ideatore e il promotore della dichiarazione del 2 giugno che ha portato alla nascita del Gruppo due Giugno-Progetto per l'Italia    “I sottoscritti soggetti politici, movimenti e liste civiche d’Italia dichiarano di voler partecipare alla formazione di un coordinamento nazionale permanente capace, nel rispetto dell’autonomia e dell’indipendenza di ciascun soggetto, di rappresentare una valida alternativa politica al sistema attuale”     Nome Movimento/Lista                             Firma Responsabile  Come è nata la dichiarazione del 2 giugno?   La Dichiarazione del 2 Giugno è nata dalla necessità di dare vita ad un’aggregazione di soggetti diversi attraverso un gesto fortemente simbolico capace di “fare da collante”. Trentacinque tra soggetti politici, movimenti, comitati e liste civiche d’Italia hanno scelto il 2 Giugno 2012, giorno della Festa della Repubblica, per lanciare contemporaneamente un’alternativa credibile al sistema politico attuale. Un gesto che rimarrà nella nostra storia e che è, di fatto, è diventato patrimonio comune di tutti noi.  Quanti gruppi movimenti e liste civiche hanno aderito?    Inizialmente 35, oggi siamo già 46…. Lista aderenti al Gruppo Due Giugno-Progetto Italia:  • Movimento Libero; • Rete di Cittadini Liberi; • Movimento Progetto Italia; • Civica Indipendente LIBERI-INSIEME; • Civic – Coalizione Indipendente Volontari per un’Italia Credibile; • Comitato del Sole; • Movimentorevolution.it; • Lista Civica Uniti per Volterra; • United states of the world; • Lista CITTA’ DIVERSA (Livorno); • MID(Movimento Italiano Disabili); • Associazione Civica Romana; • Associazione Puntoeacapo (Falconara); • Movimento Belforte contro Terna; • FNI Valmetauro; • Angeli e Arcangeli; • AssoCittadini Associazione degli utenti e dei consumatori; • Movimento Civico “La Terza Via” (Saltara); • Lista Civica Nazionale Italia Libera; • Riprendiamoci l’Italia; • Pensare Comune(Casole d’Elsa); • Quarta Via; • Cittadini Esasperati; • Lista Civica ViviVedano(Vedano al Lambro); • Alternativa per il Comune (Castelnuovo Val di Cecina); • Buon Giorno Italia! Siamo Voi!; • Saltrionuova; • ITALIA DEI CITTADINI; • Miglioriamo Insieme Monza e Brianza; • Cambiamo Noi per Cambiare l’Italia; • Movimento Democrazia Diretta; • Sosteniamo i volontari-Arcore c’è!; • “Lista Civica Comunale”(Maserà di Padova). • “Biodiversità”; • Civitas Levante; • Progetto Terni; • Mandiamoli Tutti a Casa; • Movimento Italiano Libertà Lavoro Equità; • Italia Tartassata Protesta; • Um manifesto per la libertà. • Unione Consumatori Europei; • Movimento Europeo Diversabili Associati; • Crociati del Fare; • Tutelati & Difesi; • Gemelli d’Italia.    Continuano ad arrivare richieste di adesione?   L’interesse, e le aspettative, nei nostri confronti è palpabile e crescente e, per questo, il numero di aderenti continua ad aumentare. L’importante, però, è la condivisione e la coesione dei componenti del gruppo. Solo così il progetto potrà consolidarsi e diventare politicamente forte.   E questa è la Mozione approvata nel Coordinamento Nazionale tenutosi a Roma il 15 Luglio:  "IL GRUPPO 2 GIUGNO AFFERMA INNANZITUTTO che l’economia nazionale debba essere organizzata al fine di generare prosperità per tutto il popolo e non diretta verso interessi finanziari, speculativi e/o monopolisti. Con la presente mozione si propone al coordinamento nazionale del Gruppo Due Giugno-Progetto Italia di condividere, sostenere e portare avanti due iniziative denominate “Rete Nazionale Monete Complementari” “Giornata Franca Settimanale” e “Contributo Famiglia”. Iniziative concrete, capaci di far percepire all’opinione pubblica l’alternativa politica che stiamo costruendo con tanto entusiasmo, volte anche a incuriosire i mezzi di informazione, che spesso hanno l’esigenza di pubblicare proposte nuove, originali ed intelligenti. In particolare   Il Gruppo Due Giugno-Pr5ogetto Italia afferma innanzitutto il principio e i due progetti consisterebbero in: Rete Nazionale Monete Complementari: Stimolare a livello locale l’introduzione di monete locali complementari , capaci di “dialogare” tra loro, creando così una rete nazionale. Questo obiettivo non esclude la necessità di rivalutare i pro e contro dell’euro e della rivendicazione di tornare alla moneta sovrana. Le monete locali sono strumenti di pagamento complementari che affiancano le valute ufficiali, nel nostro caso l’euro, e sono utilizzate su base volontaria in determinati contesti locali da persone, esercizi commerciali, aziende unite da relazioni economiche, sociali, culturali e che scelgono di aderire al progetto. Non sostituisco la valuta ufficiale, rappresentando elusivamente uno strumento di scambio, utilizzati su base volontaria, con cui è possibile scambiare beni e servizi.Una caratteristica delle monete locali è la presenza di incentivi alla loro circolazione che possono realizzarsi come un costo per chi tiene ferma la moneta troppo a lungo o una svalutazione periodica, limitando così la funzione della moneta a mezzo di pagamento. Gli elementi positivi che derivano dall’introduzione delle valute locali non sono solamente di tipo economico, ma anche di tipo sociale. Il progetto di Rete Nazionale di Monete Complementari si sposerebbe perfettamente con il nostro progetto politico perché entrambi hanno nella pluralità e nel dialogo la propria forza. Una pluralità di monete complementari capaci, ciascuna sul proprio territorio, di dare risposte concrete ai problemi dell’economia locale e allo stesso tempo di mettersi in rete tra loro a livello nazionale per contribuire in modo determinate allo sviluppo economico dell’intero paese. Giornata Franca Settimanale: L’idea è quella di istituire una sorta di zona franca, nella quale gli acquisti sarebbero esenti da Iva e i lavoratori non dovrebbero pagare le tasse. Una proposta molto concreta, semplice e di sicure effetto, per rilanciare i consumi e lasciare più soldi nelle tasche a quelle persone che sono chiamate a lavorare. Contributo Famiglia: Contributo mensile a chi(uomo o donna) sta a casa per aiutare la famiglia. Le risorse necessarie dovrebbero essere reperite attraversa tagli ai tanti sprechi e privilegi.   Le iniziative andrebbero sostenute attraverso l’impegno di tutti i soggetti componenti il Gruppo Due Giugno-Progetto Italia attraverso: Divulgazione delle proposte attraverso i propri siti internet e social-network; Divulgazione delle proposte attraverso i mass-media locali e/o nazionali; Sensibilizzazione della cittadinanza attraverso l’organizzazione, ove possibile, di convegni e/o banchetti con distribuzione di volantini informativi; Sollecitazione delle Amministrazioni Comunali direttamente, ove presenti con consiglieri comunali attraverso mozioni, ordini del giorni e/o interrogazioni e indirettamente, ove non presenti con lettera da inviare via e-mail a tutti i Consigli Comunali ,ad attivarsi per introdurre monete complementari con una visione di rete ed esprimere un indirizzo chiaro per chiedere a Governo e Parlamento Italiano di tradurre in realtà la “Giornata Franca Settimanale”, in particolar modo per carburanti e beni di largo consumo, e il Contributo Famiglia".   Come è stato il vostro coordinamento nazionale?     Un’esperienza intensa ed entusiasmante. Quel giorno si è materializzato il Gruppo Due Giugno-Progetto Italia, capace fin da subito di avanzare proposte concrete.  Una giornata meravigliosa che senza dubbio, dopo la Dichiarazione del 2 Giugno, resterà nella nostra storia.

Alessio Nicoletti, leader di Movimento Libero e Consigliere Comunale di Varese, è stato l'ideatore e il promotore della dichiarazione del 2 giugno che ha portato alla nascita del Gruppo due Giugno-Progetto per l'Italia “I sottoscritti soggetti politici, movimenti e liste civiche d’Italia dichiarano di voler partecipare alla formazione di un coordinamento nazionale permanente capace, nel rispetto dell’autonomia e dell’indipendenza di ciascun soggetto, di rappresentare una valida alternativa politica al sistema attuale” Nome Movimento/Lista Firma Responsabile Come è nata la dichiarazione del 2 giugno? La Dichiarazione del 2 Giugno è nata dalla necessità di dare vita ad un’aggregazione di soggetti diversi attraverso un gesto fortemente simbolico capace di “fare da collante”. Trentacinque tra soggetti politici, movimenti, comitati e liste civiche d’Italia hanno scelto il 2 Giugno 2012, giorno della Festa della Repubblica, per lanciare contemporaneamente un’alternativa credibile al sistema politico attuale. Un gesto che rimarrà nella nostra storia e che è, di fatto, è diventato patrimonio comune di tutti noi. Quanti gruppi movimenti e liste civiche hanno aderito? Inizialmente 35, oggi siamo già 46…. Lista aderenti al Gruppo Due Giugno-Progetto Italia: • Movimento Libero; • Rete di Cittadini Liberi; • Movimento Progetto Italia; • Civica Indipendente LIBERI-INSIEME; • Civic – Coalizione Indipendente Volontari per un’Italia Credibile; • Comitato del Sole; • Movimentorevolution.it; • Lista Civica Uniti per Volterra; • United states of the world; • Lista CITTA’ DIVERSA (Livorno); • MID(Movimento Italiano Disabili); • Associazione Civica Romana; • Associazione Puntoeacapo (Falconara); • Movimento Belforte contro Terna; • FNI Valmetauro; • Angeli e Arcangeli; • AssoCittadini Associazione degli utenti e dei consumatori; • Movimento Civico “La Terza Via” (Saltara); • Lista Civica Nazionale Italia Libera; • Riprendiamoci l’Italia; • Pensare Comune(Casole d’Elsa); • Quarta Via; • Cittadini Esasperati; • Lista Civica ViviVedano(Vedano al Lambro); • Alternativa per il Comune (Castelnuovo Val di Cecina); • Buon Giorno Italia! Siamo Voi!; • Saltrionuova; • ITALIA DEI CITTADINI; • Miglioriamo Insieme Monza e Brianza; • Cambiamo Noi per Cambiare l’Italia; • Movimento Democrazia Diretta; • Sosteniamo i volontari-Arcore c’è!; • “Lista Civica Comunale”(Maserà di Padova). • “Biodiversità”; • Civitas Levante; • Progetto Terni; • Mandiamoli Tutti a Casa; • Movimento Italiano Libertà Lavoro Equità; • Italia Tartassata Protesta; • Um manifesto per la libertà. • Unione Consumatori Europei; • Movimento Europeo Diversabili Associati; • Crociati del Fare; • Tutelati & Difesi; • Gemelli d’Italia. Continuano ad arrivare richieste di adesione? L’interesse, e le aspettative, nei nostri confronti è palpabile e crescente e, per questo, il numero di aderenti continua ad aumentare. L’importante, però, è la condivisione e la coesione dei componenti del gruppo. Solo così il progetto potrà consolidarsi e diventare politicamente forte. E questa è la Mozione approvata nel Coordinamento Nazionale tenutosi a Roma il 15 Luglio: "IL GRUPPO 2 GIUGNO AFFERMA INNANZITUTTO che l’economia nazionale debba essere organizzata al fine di generare prosperità per tutto il popolo e non diretta verso interessi finanziari, speculativi e/o monopolisti. Con la presente mozione si propone al coordinamento nazionale del Gruppo Due Giugno-Progetto Italia di condividere, sostenere e portare avanti due iniziative denominate “Rete Nazionale Monete Complementari” “Giornata Franca Settimanale” e “Contributo Famiglia”. Iniziative concrete, capaci di far percepire all’opinione pubblica l’alternativa politica che stiamo costruendo con tanto entusiasmo, volte anche a incuriosire i mezzi di informazione, che spesso hanno l’esigenza di pubblicare proposte nuove, originali ed intelligenti. In particolare Il Gruppo Due Giugno-Pr5ogetto Italia afferma innanzitutto il principio e i due progetti consisterebbero in: Rete Nazionale Monete Complementari: Stimolare a livello locale l’introduzione di monete locali complementari , capaci di “dialogare” tra loro, creando così una rete nazionale. Questo obiettivo non esclude la necessità di rivalutare i pro e contro dell’euro e della rivendicazione di tornare alla moneta sovrana. Le monete locali sono strumenti di pagamento complementari che affiancano le valute ufficiali, nel nostro caso l’euro, e sono utilizzate su base volontaria in determinati contesti locali da persone, esercizi commerciali, aziende unite da relazioni economiche, sociali, culturali e che scelgono di aderire al progetto. Non sostituisco la valuta ufficiale, rappresentando elusivamente uno strumento di scambio, utilizzati su base volontaria, con cui è possibile scambiare beni e servizi.Una caratteristica delle monete locali è la presenza di incentivi alla loro circolazione che possono realizzarsi come un costo per chi tiene ferma la moneta troppo a lungo o una svalutazione periodica, limitando così la funzione della moneta a mezzo di pagamento. Gli elementi positivi che derivano dall’introduzione delle valute locali non sono solamente di tipo economico, ma anche di tipo sociale. Il progetto di Rete Nazionale di Monete Complementari si sposerebbe perfettamente con il nostro progetto politico perché entrambi hanno nella pluralità e nel dialogo la propria forza. Una pluralità di monete complementari capaci, ciascuna sul proprio territorio, di dare risposte concrete ai problemi dell’economia locale e allo stesso tempo di mettersi in rete tra loro a livello nazionale per contribuire in modo determinate allo sviluppo economico dell’intero paese. Giornata Franca Settimanale: L’idea è quella di istituire una sorta di zona franca, nella quale gli acquisti sarebbero esenti da Iva e i lavoratori non dovrebbero pagare le tasse. Una proposta molto concreta, semplice e di sicure effetto, per rilanciare i consumi e lasciare più soldi nelle tasche a quelle persone che sono chiamate a lavorare. Contributo Famiglia: Contributo mensile a chi(uomo o donna) sta a casa per aiutare la famiglia. Le risorse necessarie dovrebbero essere reperite attraversa tagli ai tanti sprechi e privilegi. Le iniziative andrebbero sostenute attraverso l’impegno di tutti i soggetti componenti il Gruppo Due Giugno-Progetto Italia attraverso: Divulgazione delle proposte attraverso i propri siti internet e social-network; Divulgazione delle proposte attraverso i mass-media locali e/o nazionali; Sensibilizzazione della cittadinanza attraverso l’organizzazione, ove possibile, di convegni e/o banchetti con distribuzione di volantini informativi; Sollecitazione delle Amministrazioni Comunali direttamente, ove presenti con consiglieri comunali attraverso mozioni, ordini del giorni e/o interrogazioni e indirettamente, ove non presenti con lettera da inviare via e-mail a tutti i Consigli Comunali ,ad attivarsi per introdurre monete complementari con una visione di rete ed esprimere un indirizzo chiaro per chiedere a Governo e Parlamento Italiano di tradurre in realtà la “Giornata Franca Settimanale”, in particolar modo per carburanti e beni di largo consumo, e il Contributo Famiglia". Come è stato il vostro coordinamento nazionale? Un’esperienza intensa ed entusiasmante. Quel giorno si è materializzato il Gruppo Due Giugno-Progetto Italia, capace fin da subito di avanzare proposte concrete. Una giornata meravigliosa che senza dubbio, dopo la Dichiarazione del 2 Giugno, resterà nella nostra storia.

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post